Perchè un Parco a Tema

 PULCINELLANDIA

 

IL PARCO NATURALISTICO A TEMA DI PULCINELLA

 

Alla ricerca di una sintesi creativa fra identità, riqualificazione ambientale, sviluppo sostenibile, innovazione e occupazione di qualità

 

èidos, sempre in coerenza con una visione di sviluppo orientata all'affermazione della qualità del territorio, tenendo presenti le risorse locali, così come le problematiche ambientali e occupazionali, ha inteso trovare una sintesi creativa fra identità, riqualificazione ambientale, sviluppo sostenibile, innovazione e occupazione di qualità.

Nel marzo 2003, in risposta all’Avviso Pubblico che l’Agenzia di Sviluppo Locale “Città del Fare” emano’ alla ricerca di idee-progetto di innovazione territoriale,   èidos presenta per la priva volta l’idea-progetto del Parco Eco-Tematico di Pulcinella

Invece di perseguire o sognare interventi dall’alto (Policlinico Universitario-Polo Pediatrico), ma cercando di verificare dal basso le condizioni per un’idea del Territorio,  per il Territorio e con l’obiettivo di posizionare definitivamente la Città di Acerra nel contesto regionale con una connotazione territoriale specifica, ben riconoscibile, l’associazione ha puntato sul suo eccezionale brand: PULCINELLA.

Da questo imput attraverso un’approfondita analisi del contesto territoriale nel suo insieme, consapevole della necessità di immaginare un intervento capace di dare una “scossa” per creare a cascata azioni volte a ridefinire il nuovo volto della città ed una nuova economia dell’area, si è pensato al fenomeno emergente e significativo di ricerca progettuale attorno a nuove forme di città e di cultura urbana rappresentate dai Parchi a Tema.

In effetti il modello organizzativo e fruitivo del parco tematico sta emergendo prepotentemente come un efficace catalizzatore della promozione territoriale, in grado di razionalizzare e favorire progetti di valorizzazione territoriale integrata e compatibile volti a creare le condizioni per uno sviluppo equilibrato e duraturo attraverso la piena valorizzazione delle risorse ambientali, culturali e turistiche.

E lavorando su tale modello, ci si è resi subito conto che l’idea del Parco a Tema ispirato alla maschera di Pulcinella al di là dei contenuti (vedi indirizzi e scheda sintetica), poteva essere vincente già solo considerando il contesto territoriale in cui Acerra viene a trovarsi, in particolare per la disponibilità  di un’area strategica, zona Marchesa, area PIP di Acerra, ideale per la localizzazione di un grande Parco a Tema (54 ettari di superficie)