Cos'è l'associazione

Éidos è un’ organizzazione non lucrativa di utilità sociale. Il nome dell’organizzazione nasce dalla translitterazione del termine greco èidos con il quale Platone indica l’Idea e Aristotele la Forma. Il Punto di partenza è un ideale, il punto di arrivo una forma, una struttura. Éidos nasce nel giugno del 1999 per l’iniziativa di un gruppo di giovani di varia estrazione culturale. Il nucleo dell’elaborazione concettuale è il principio della “cittadinanza attiva”. In un’ottica di piena partecipazione alle dinamiche dello sviluppo, èidos, chiamando in causa gli indirizzi di sviluppo sostenibile e coesione economica e sociale dell’Unione Europea, ha inteso avviare un piano processo di rinnovamento strutturale non solo del modo di vedere il territorio, ma anche di concepirne lo sviluppo. Tutte le iniziative sono state così improntate non solo alla promozione e diffusione dei principi della sostenibilità ambientale, ma anche e soprattutto all’avvio di percorsi pro-gettuali volti all’applicazione di questi principi. Coniugare idealismo e realismo è possibile, per modificare con progetti degni di questo nome l’ambiente in quanto “sistema”. Bisogna conoscere le questioni nei loro corretti termini scientifici, senza mai prescindere dall’essenza morale. Occorre poi trarre conseguenze pratiche in termini di strutture e modelli adeguati alla “realtà locale”. Il problema ecologico è un problema di valori assoluti, di scienza etica e di strutture adeguate alla “persona umana”. In questo senso la filosofia dell’organizzazione è senz’altro una filosofia eidetica, che mira ad una conoscenza della natura delle cose, ad una visione globale. Questa corrisponde in concreto ad un’intuizione dell’essenza, un’immagine “positiva” e “dinamica” della realtà. In definitiva, il portato innovativo dell’azione progettuale di èidos si configura come un quadro di insieme in cui valorizzare le risorse locali, infondere fiducia nei valori delle origini, del territorio, sviluppare il concetto di sviluppo autopropulsivo, difendere il sistema locale, significa ridare alla comunità una propria dimensione, identità ed un proprio senso del “limite”.